20170212_083115

Nuova Stele by Studio Apeiron per il “Roseto della Pace” di Monza

Il 12 febbraio 2017 alle ore 11.00 a Monza, quartiere San Biagio, è stata rinnovata la stele in ricordo dei caduti della guerra e che vuole essere simbolo di rinascita e di pace!

L’opera progettata e realizzata dai ragazzi e dalle ragazze della IV G ( anno scolastico 2015/2016) del Liceo Artistico “Nanni Valentini” di Monza, con la direzione artistica dello Scultore Dario Brivio, è un’opera pubblica. Questo cosa vuol significare, che l’opera diviene ambiente e modalità comunicativa, pratica aperta di relazione con il mondo circostante.
La scultura vuole far pensare, partendo da una forma centrale, ad una sintesi di tre idee: un seme, un’ala di un aeroplano e una foglia.
Il seme sta ad indicare una nuova nascita, nuova vita e una nuova energia scaturita da tanti sacrifici.
L’ala di un aeroplano è in ricordo dei combattimenti avvenuti. La foglia come collegamento al roseto.
La parte centrale della scultura inoltre è stata bruciata con una tecnica antica giapponese “Shou-sugi-ban”: il fuoco vuole ricordare la guerra, ma in questo caso funge da protezione per il legno e serve a preservarlo, da questa idea si vede come una cosa che distrugge può essere usata per proteggere e ricostruire.
Questa forma è avvolta da una spirale in ferro arrugginito, che ricorda sia le lamiere degli aerei, ma vuole anche richiamare nuova vitalità e movimento, nuove generazioni che crescono e si modellano intorno alla storia, partendo da essa per andare avanti e senza rifare gli stessi errori, costruire forme sinuose e relazioni interessanti.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.