20170216_194754

RI-ECONOMY: Ricostruire insieme l’economia del territorio

Non siamo bravi con le parole, siamo bravi a creare oggetti unici, quindi ci limiteremo a fare una sintesi per punti riguardo alla serata del 16 febbraio 2017, sulla REconomy…

Cosa abbiamo capito noi e le nostre impressioni:

Cambiare si può.

E’ molto faticoso.

Ognuno ha i suoi tempi.

Siamo tutti diversi, ma tutti sulla stessa barca.

Non è detto che ce la facciamo.

E’ interessante il concetto del “non farcela” perché ci rende creativi.

E’ una sperimentazione.

Dobbiamo divertirci mentre lo facciamo.

Non chiediamoci di chi è la colpa ma mettiamoci in gioco.

Bisogna cercare di pensare il più possibile in modo sistemico.

Importante mostrare anche cosa non va nel proprio lavoro per un confronto più aperto che sia di stimolo ad altri e a se stessi per fare meglio.

Partire da dati reali e scientifici.

Vedere dove realmente il secchio è bucato.

Studiare e fare ricerca.

Cercare di capire il pensiero altrui.

Cercare di far circolare più energie fisiche, mentali ed economiche nel territorio in modo da creare non crescita ma prosperità.

Il primo pensiero che ti viene in mente, sicuramente è sbagliato.

Questi in estrema sintesi i concetti che abbiamo portato a casa.

Ringraziamo tutti i partecipanti all’evento, il comune di Sovico presente alla serata, l’associazione Selva Urbana per la collaborazione, ma soprattutto Martina Francesca e Giulio Pesenti Campagnoni che in questi anni ci hanno ispirati con i loro pensieri sulla Transizione, la permacultura, la facilitazione, l’economia resiliente, e ci hanno accompagnato nel nostro percorso di avvio verso un percorso di REconomy.

Infine un ringraziamento speciale va a Cristiano Bottone che con un intervento molto preciso, tecnico e concreto ha saputo dare il giusto input ai partecipanti.

Vedremo come andrà… a fine marzo il prossimo appuntamento;)

Evento-coworking-sovico-2Evento-coworking-sovico-4

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.