Ri-Economy

Ri-Economy

L’impresa di Transizione segue dei principi che potremmo riassumere in cinque punti:

1. Produce resilienza. Una IT contribuisce a incrementare la resilienza della comunità in cui opera rispetto all’incertezza economica ed energetica, l’esaurimento delle risorse e gli impatti del cambiamento climatico. Come parte della comunità una IT è resiliente per se stessa, ricercando la sostenibilità finanziaria e rendendosi il più indipendente possibile da investimenti e risorse esterne.

2. Usa saggiamente le risorse. Una IT fa un uso saggio ed equilibrato delle risorse naturali (inclusa l’energia), umane e sociali, rispettandone i limiti, minimizzando la produzione di rifiuti. Tende a eliminare progressivamente o a fare completamente a meno di risorse non rinnovabili (includendo i combustibili fossili).

3. Appropriata localizzazione. Una IT è attenta al contesto e si colloca in modo cooperativo e armonico rispetto all’ambiente (fisico e sociale) in cui si trova. Cerca di applicare i principi di resilienza, sostenibilità ed equa ripartizione delle risorse al proprio modo di rifornirsi e di relazionarsi con il resto del mercato e dell’economia (intesi nel senso più ampio del termine).

5. Parte della comunità. Una IT lavora per costruire il bene comune. È per quanto possibile controllata dai propri dipendenti, collaboratori, clienti e comunità. Possiede strutture e modelli d’impresa che sono il più possibile aperti, autonomi, equi, democratici, inclusivi e responsabili. Si relaziona in modo cooperativo e sinergico con gli altri attori della comunità locale4. Non per profitto. Una IT esiste per fornire alla propria comunità prodotti e servizi che siano accessibili e sostenibili, piuttosto che per generare profitti per altri. Gli utili vengono quindi preferibilmente reinvestiti a livello locale piuttosto che nel mercato finanziario o in meccanismi speculativi.

Ricostruire insieme l’economia di un territorio, renderla più resiliente e locale, più ecologica e solidale, ecco gli scopi dellaRi-Economy.

Ri-Economy è la versione italiana del REconomy Project promosso dal Transition Network.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.